“Una donna di 50 anni portava in grembo il figlio del proprio figlio. Come è possibile?”

“Queste immagini della serie ‘In attesa di un piccolo’ sono completamente diverse dalla maggior parte di queste immagini.

Patti, 50 anni, portava in grembo il figlio di suo figlio, poiché sua moglie, purtroppo, non poteva sopravvivere fisicamente a nessuna delle sue gravidanze per motivi di salute.

Dal loro matrimonio nel 2012, la suocera di Kay scherzava spesso sul fatto che la migliore opzione per portare il loro bambino non fosse una donna estranea, ma un membro della famiglia.

Naturalmente, la coppia non prese sul serio queste parole all’inizio, ma dopo aver cercato più volte di utilizzare questo servizio e ogni volta che l’uovo di Kay non veniva accettato da una potenziale madre surrogata, Kayla rifletteva sulle parole della madre di suo marito.

‘Inizialmente pensavo che gli specialisti dicessero che ero pazza a pensare a qualcosa del genere’, ricorda Kayla.

Ma poi ho fatto delle ricerche e ho scoperto che ci sono molti casi in cui le nonne portano i loro stessi nipoti.

Siamo andati per gli esami e lì, dopo numerosi test, hanno confermato che Patti poteva diventare la nostra madre surrogata.

Il primo tentativo di fecondazione in vitro è stato nel marzo 2017, ma purtroppo è stato senza successo.

Prima di arrendersi definitivamente, la famiglia ha deciso di tentare di nuovo.

E dopo 2 mesi, ci hanno riprovato. Questa volta è finalmente andata bene.

Sette mesi dopo è nato Cross Allen Jones.

È nato il 30 dicembre.

‘Sono così stupita dalla possibilità di questo miracolo’, dice Kayla.

È evidente che la surrogazione è una prova, e per Patti è stata particolarmente difficile, ma quando il bambino è tra le tue braccia, tutto il resto passa in secondo piano.”

Like this post? Please share to your friends:
BELLA NOTIZIA