Ha salvato la vita di un uomo a prezzo della propria

Un gruppo di uomini provenienti dalla Russia stava lavorando in un Paese africano, la Liberia, e il loro cane, Sharik, era allo stesso tempo la loro guardia e il loro amico.

I cani sono molto rari in quel continente e sono conosciuti solo per il loro sostentamento. Anche Sharik era uno di loro e il suo destino era segnato. I russi lo riscattarono e avvisarono gli abitanti del luogo di non rubarlo, ma se qualcuno avesse fatto del male a Sharik, sarebbero stati guai.Он спас жизнь человека, поплатившись собственной. История самопожертвования песика Шарика

Shariq crebbe sano e affettuoso, fece amicizia con le galline e per molto tempo non provò nemmeno ad attaccare una di loro, anzi, la difese dagli uccelli selvatici, spaventandoli con il suo abbaiare, e il cane divenne un vero e proprio animale domestico degli uomini.

Un giorno Sharik riuscì a salvare uno dei lavoratori, Anatoly, dal morso di un serpente. Stava parlando al telefono e all’improvviso ha sentito un cane abbaiare dietro di lui, così si è girato e ha visto un serpente pericoloso proprio accanto a lui.Он спас жизнь человека, поплатившись собственной. История самопожертвования песика Шарика

Ma il cane abbaiò e si distrasse e il serpente attaccò e salvò Anatoly. Per il suo coraggio, le fu data subito una tripla porzione di leccornie. Ma al mattino gli uomini hanno visto che Sharik era triste e letargico, hanno pensato che avesse il cimurro, quando la sera il cane è peggiorato ulteriormente e gli hanno dato degli antibiotici.

Al quarto giorno cominciò a indebolirsi e a nascondersi dagli esseri umani e gradualmente ci si rese conto che il cane stava finendo i suoi giorni a causa di un morso di serpente. Era impossibile trovare un veterinario in Africa, dove anche i medici normali erano rari.Он спас жизнь человека, поплатившись собственной. История самопожертвования песика Шарика

Si sentivano a disagio per il fatto che Sharik si era sacrificato e loro non potevano aiutarlo. Sharik si diresse pesantemente verso i tubi e lì si nascose dai suoi padroni. Al mattino, il cane non era più in vista e non si riusciva a trovarlo. Il cane, come fanno di solito i cani, intuendo l’esito imminente, si allontanò da tutti.

Like this post? Please share to your friends:
BELLA NOTIZIA