Nonostante le continue ricerche, un gatto anziano smarrito in aeroporto rimane irraggiungibile per 10 giorni

L’angoscia è stata terribile per i proprietari di Buggsy, un gatto scomparso in aeroporto da 10 lunghi giorni. L’animale ha dovuto sopravvivere in condizioni particolarmente difficili, oltre che lontano dai suoi umani.

In Australia, un gatto anziano è stato ritrovato vivo e illeso dopo essere stato disperso per 10 giorni. Il gatto si era perso all’aeroporto di Melbourne, prima di essere ritrovato da un dipendente, come riporta 9News.

La disavventura di Buggsy era iniziata il 23 luglio. Quella sera aveva accompagnato in auto il suo proprietario di 72 anni. Quest’ultimo aveva appena fatto un lungo viaggio dalla sua casa di Bendigo per raggiungere l’aeroporto dove lo aspettava la moglie.

È nel parcheggio dell’aeroporto che è avvenuta la fuga. Probabilmente spaventato da quei luoghi che non conosceva, il gatto è scappato. La coppia lo cercò ovunque per ore, ma senza successo. La coppia ha dovuto decidere di tornare a casa senza il gatto, con il cuore spezzato.

Martedì 2 agosto, nel tardo pomeriggio, un dipendente dell’aeroporto di Melbourne ha trovato il gatto nascosto in un fosso fangoso vicino a uno dei terminal. L’animale soffriva per il freddo, ma era sano e salvo.

La persona in questione ha pubblicato un messaggio su Facebook per spiegare la sua scoperta. Il messaggio è giunto alle orecchie dei proprietari di Buggsy, che l’hanno immediatamente contattata.

La riunione ha avuto luogo la sera stessa con la famiglia. Tornato a casa, Buggsy è stato pulito, riscaldato e rifocillato prima di godersi il meritato riposo notturno.

Like this post? Please share to your friends:
BELLA NOTIZIA