Il cane si è rifiutato di stare nelle case degli adottanti e ha scelto di lavorare nel rifugio.

Gumby è stato trovato come randagio dalla Charleston Animal Society (CAS) nel settembre del 2014. Nel corso dell’anno successivo, il cane è tornato al rifugio 11 volte dopo essere stato adottato. Il mix segugio si è rivelato un abile artista della fuga e spesso scappava dalla sua nuova casa per tornare al rifugio. Alla fine il personale del CAS ha capito che stava cercando di comunicare con loro…

Dopo l’arrivo al rifugio per animali senza tetto nel 2014, Gumby è stato immediatamente riconosciuto nella regione di Charleston per le sue doti di fuga alla Houdini.

Il rifugio ha fatto di tutto per trovare a Gumby una casa per sempre, ma lui ha continuato a tornare. Nel corso dell’anno, è tornato alla loro porta 11 volte. Non sapevano più cosa fare.

La sua prima adozione durò appena tre giorni. Quella successiva solo sei. Il personale iniziò ad avvertire tutte le famiglie delle incredibili capacità di fuga del cane e il terzo adottante era ansioso di farlo funzionare.

Tuttavia, il Mastino fu restituito al CAS altre quattro volte. Una volta un buon samaritano trovò Gumby e lo portò qui. Un’altra volta è stato il controllo degli animali. Il suo adottante lo riportò altre due volte.

Gumby è stato adottato dalla sua quarta famiglia nel marzo 2015. Il rifugio non aveva notizie di lui da quattro mesi e si pensava che avesse finalmente trovato una casa definitiva. Poi, a luglio, Gumby è stato restituito come randagio.

Ad agosto, Gumby è stato adottato una quinta volta, questa volta finendo in un rifugio gemello del CAS a circa 30 miglia di distanza.

Poco dopo è stato restituito al CAS dal suo sesto adottante.

Nel dicembre 2015 hanno fatto un altro tentativo. Anche se Gumby è stato adottato, non è durato molto. Secondo l’adottante, per tre volte in un mese il cane ha sfondato la zanzariera per uscire.

La Charleston Animal Society ha rinunciato a trovare a Gumby una casa per sempre. Quello che non avevano capito è che per tutto questo tempo Gumby aveva una casa: il rifugio. Gumby ha apprezzato l’attenzione del personale e si è sentito a suo agio proprio dove si trovava. Si sentiva soddisfatto e voleva restare.

Gumby ha sempre avuto una straordinaria capacità di calmare i cani nervosi e terrorizzati del rifugio e si sospettava che parte del suo desiderio di restare fosse dovuto al fatto che aveva ancora del lavoro da fare.

Gumby è stato formalmente accettato nel rifugio e gli è stato affidato il ruolo di direttore generale. Oltre a giocare con gli altri cani e a diffondere il suo affetto, assisteva il team con dimostrazioni comportamentali.

Il personale può aver rinunciato a trovare un’adozione per Gumby, ma non ha mai rinunciato a lui.

Anche se non è una casa normale, il rifugio è il luogo in cui Gumby ha sempre voluto stare. Ha scoperto la sua vocazione nella vita.

Inoltre, il personale ha appena scoperto che il siero di sangue di Gumby ha poteri terapeutici. Ora dona il sangue ai gatti con infezioni agli occhi! Un altro motivo per cui Gumby si adatta perfettamente alla Charleston Animal Society. Siamo felicissimi per lui!

 

Like this post? Please share to your friends:
BELLA NOTIZIA