Il cucciolo gettato da un veicolo che ha salvato diventa il compagno più importante della sua vita

Mentre salvava un cucciolo gettato sulla strada da un automobilista, colei che è diventata la sua padrona era ben lontana dal sospettare che il piccolo canide l’avrebbe salvata a sua volta, qualche anno dopo. Wilf e la sua padrona non possono fare a meno l’uno dell’altra.

L’incontro tra Lexie Elliott, 26 anni, e il suo cane Wilf era stato tragico. Una sera di dicembre 2018, quest’ultimo era ancora un cucciolo molto giovane quando un automobilista lo aveva espulso dalla sua auto, davanti alla giovane donna.

Scioccata, questa residente di Bournemouth, nel sud dell’Inghilterra, ha immediatamente soccorso il piccolo Cockapoo (incrocio Cocker Spaniel inglese / Barboncino), prima di chiamare la polizia.

Le forze dell’ordine l’hanno poi messa in contatto con un’associazione locale, The Dog’s Trust. I volontari hanno organizzato una visita dal veterinario la mattina successiva.

Il veterinario aveva stimato l’età del cucciolo a 10 settimane e aveva notato che non portava il chip identificativo. Le foto del piccolo quadrupede erano state pubblicate sui social network nel tentativo di trovare i suoi possibili proprietari, nel caso fosse stato rubato. I proprietari avevano 2 settimane di tempo per reclamarlo.

Trascorso questo tempo, e poiché nessuno si era fatto avanti, Lexie Elliott ha potuto adottare legalmente Wilf. L’aveva fatto senza esitazioni, sapeva fin dall’inizio che erano fatti l’uno per l’altra.

Lexie Elliott ha lavorato duramente per aiutarla a superare il trauma e le paure. E continua a farlo. Racconta a Metro che Wilf “abbaia quando vede [suo] padre perché lo spaventa per la sua taglia molto alta”. Teme anche gli altri cani.

“Wilf mi ha salvato e mi ha aiutato ad andare avanti”.

A meno di un anno dal loro incontro, è stato Wilf a essere di grande aiuto alla sua proprietaria. Nel novembre 2019, Lexie Elliott e il suo fidanzato si sono lasciati, ponendo fine a una storia d’amore durata 6 anni. Una prova estremamente dura per la giovane donna. Sono poi arrivati la pandemia di Covid-19 e i periodi di isolamento, che hanno esacerbato il suo isolamento e il suo dolore.

Tuttavia, è riuscita a risalire la china grazie a Wilf. Con la sua presenza, le passeggiate e l’affetto che le dava quotidianamente, il Cockapoo è stato per lei una vera e propria ancora di salvezza.

“Ci sono stati momenti in cui stavo davvero toccando il fondo dal punto di vista emotivo, ma Wilf mi ha salvato e mi ha aiutato ad andare avanti”, racconta la sua proprietaria.

Per lei, il legame tra lui e Wilf è più importante di qualsiasi altro tipo di relazione.

 

Like this post? Please share to your friends:
BELLA NOTIZIA