Musya, una gatta di Crimea, ha allevato e curato

Abbiamo sentito dire che non ci sono figli di estranei, e questo vale per tutti gli animali selvatici. Non è raro che un animale di una specie si prenda cura di altri, soprattutto quando sono orfani o deboli e feriti. Si tratta di un fenomeno molto comune nel mondo felino.

“Non ci sono figli di estranei”. La gatta di Crimea Musya ha ospitato e allevato scoiattoli come fossero i suoi cuccioli.

La storia che stiamo per raccontarvi è avvenuta due anni fa in Crimea, nella famigerata città di Bakhchisaray. Gli abitanti del luogo hanno portato allo zoo della città una scatola con alcuni piccolissimi scoiattoli.

Nello zoo vive la gatta blu russa Musya, che ha recentemente dato alla luce dei gattini. Il personale dello zoo ha deciso di provare a mettere gli scoiattoli con lei e, sorprendentemente, Musya ha accolto i cuccioli come se fossero suoi.«Чужих детей не бывает». Крымская кошка Муся выкормила и выходила бельчат как собственных детенышей

“Non ci sono bambini di estranei”. Musya, un gatto della Crimea, ha nutrito e covato gli scoiattoli come fossero i suoi cuccioli.

All’inizio i cuccioli erano spaventati, ma gradualmente si sono adattati alla nuova madre. La gatta ha dimostrato una pazienza straordinaria nell’accudire sia i propri gattini sia gli animali della foresta appena arrivati. Nutriva e leccava gli scoiattoli e i suoi gattini.

“Non ci sono figli di estranei”. Musya, una gatta di Crimea, ha nutrito e curato gli scoiattoli come se fossero i suoi cuccioli.

I vitelli si sono adattati così bene al nuovo ambiente che hanno persino giocato ai tipici giochi dei gatti e “lottato” per il latte della madre. Per dare a Musa forza, energia e salute a sufficienza e, soprattutto, latte, il personale ha iniziato a portarle i biberon. Musya allattò con successo i suoi scoiattoli fino a quando non crebbero e si rafforzarono, consolidando il suo status di madre meritevole di molti figli.

 

Like this post? Please share to your friends:
BELLA NOTIZIA