Un cagnolino con una pesante catena trovato in una discarica

Era quasi impossibile individuare il cagnolino tra le montagne di rifiuti. Il cane sarebbe fuggito volentieri, ma era incatenato al posto da un’enorme catena che ne limitava la libertà di movimento. Anche se fosse riuscito a liberarsi dalla catena, il cane non sarebbe stato in grado di vivere a lungo all’aperto; non aveva più forza né salute per affrontare la difficile lotta per l’esistenza.

Il cane aveva desiderato qualcuno che si fosse preso cura di lui negli ultimi tempi, ma che semplicemente non si era fatto vivo per molto tempo. La proprietaria dell’animale si era ammalata gravemente, non poteva prendersi cura dell’animale e la sua famiglia non aveva nemmeno pensato di aiutare il povero cane.

Vivendo a un centinaio di metri dalla discarica dove il cane era incatenato, non sono mai venuti a dare da mangiare all’animale. È così che hanno trovato il cane, tenuto a catena tra montagne di rifiuti.

Il cane aveva già accettato il suo destino e aspettava solo che la vita lasciasse finalmente il suo corpo. Tristezza e disperazione, un sentimento di paura costante, si erano insediati nell’anima del cane. Il cane era disposto a fare qualsiasi cosa per un pezzo di pane raffermo e le persone che vivevano nelle vicinanze non gli risparmiavano nemmeno un bocconcino.

Il cane è troppo debole per sopravvivere da solo, quindi oggi abbiamo fatto in modo che il rifugio per animali lo prendesse, lo ingrassasse e lo mostrasse al veterinario.

Ci auguriamo che trovi una famiglia attenta e responsabile e che possa guarire molto più velocemente.

 

Like this post? Please share to your friends:
BELLA NOTIZIA